Libertà

«Libertas (…) non in eo est ut iusto utamur domino, sed ut nullo.» «La libertà (…) non consiste nell’avere un buon padrone, ma nel non averne affatto.» (Marco Tullio Cicerone, De re publica, Libro II, Paragrafo 23) Per libertà s’intende … Continua a leggere

La pubblicità è l’anima del commercio

È un vecchio detto ben noto ai commercianti e a qualunque azienda che intenda incentivare l’acquisto dei propri prodotti. Non a caso la TV è presa d’assalto da centinaia di intervalli pubblicitari che quasi superano in durata i programmi stessi. … Continua a leggere

Che strana cosa è la poesia

A scuola imparavo le poesie a memoria perché era così l’usanza d’insegnarle. Del Carducci ricordo “l’albero a cui tendevi la pargoletta mano” dedicata al figlio Dante in “Pianto Antico”. Di Leopardi imparai i versi dedicati “a Silvia”. Di Pascoli “La … Continua a leggere

Sessisti

C’è un aspetto della nostra società che, usando espressioni allegoriche, viaggia a pelo d’acqua o sotto traccia nella nostra cultura. Ha radici lontane che si perdono in tempi remoti ma che ci accompagna costantemente rendendoci tutti sessisti senza che se … Continua a leggere

Anamorfismi

Ciò che osserviamo della realtà che ci circonda, è solo un’immagine che riusciamo a percepire, che riconosciamo, che ci è in qualche modo famigliare e che riusciamo a decodificare per identificarla, dandole una interpretazione soggettiva. Ma tutto ciò, questo processo apparentemente semplice e naturale, avviene attraverso la nostra immaginazione che definisce la realtà catturata dai nostri occhi secondo schemi strutturati nella nostra mente in base alle esperienze, conoscenze e capacità di cui disponiamo. Quindi la possibilità che tutto ciò che osserviamo non sia altro che una visione personalizzata della realtà, se non addirittura illusoria e distorta, assume un aspetto non trascurabile.
Vediamo ciò che vogliamo vedere e non quello che è realmente.
Se questo processo cognitivo si applica ai sentimenti la cosa si complica in maniera ancor più significativa poiché l’emotività insita in ciò che proviamo distorce le nostre sensazioni catapultandoci in mondi ideali che costruiamo con una fantasia inarrestabile e incontrollata dando vita a scenari sentimentali indescrivibili, se pur emozionanti. E se si riesce ad aprire gli occhi su di essi si rimane stupefatti, talvolta disillusi, nel vedere una diversa realtà.
E cosa c’è di più efficace della poesia per vedere illusorie distorsioni di un’altra realtà?
Continua a leggere

Identità

A ciascun essere umano viene assegnato un nome per stabilirne l’identità. I tempi e i modi con cui avviene questa procedura variano a seconda delle popolazioni e quasi sempre è accompagnata da manifestazioni e cerimonie che rafforzano il valore di … Continua a leggere

I Cinque Sensi

Se chi ha inventato l’essere umano dovesse ripetere oggi lo stesso miracolo farebbe un individuo con mani e orecchie piccole, occhi e bocca grandissimi e naso praticamente inesistente. All’incirca così:                      … Continua a leggere

I Moti del ’68

A distanza di cinquanta anni mi aspettavo una sorta di commemorazione di quella che è stata una significativa rivoluzione culturale (almeno così è stata considerata all’unanimità) e invece nessuna celebrazione del cinquantenario. L’apoteosi del ’68 si manifestò l’anno successivo con … Continua a leggere

Sembra un giorno come un altro

Sembra un giorno come un altro, proprio come nella vita, nel susseguirsi di eventi e di pensieri. E quei pensieri che ogni giorno, in quel seguitare costante dei giorni apparentemente uguali, uniformi, e senza storia, ecco che emergono e fanno … Continua a leggere

Filosofia del Terzo Millennio

Ars longa vita brevis. Dubito che questa frase sia presa alla lettera nel modo di concepire l’esistenza oggi, ma certamente in maniera inconscia, se non incosciente, ci si comporta nel pieno rispetto della seconda parte: la vita è breve. Gli … Continua a leggere